Recupero dati computer rotto

Vi capisco. So cosa significa avere il computer rotto e non sapere come recuperare i dati. Migliaia di file, foto, lavori di vario genere, mp3, andati in fumo e inaccessibili solo perché non potete accendere un computer.

Ma ho una buona notizia per voi. Le soluzioni ci sono e oltretutto sono alla portata di tutti.

In questo articolo vi spiegherò come recuperare dati da un computer rotto, danneggiato, compromesso.. Sia che il problema derivi dal software o derivi dall’hardware, se non è compromesso l’hard disk, i vostri file sono facili da recuperare.

Vi troverete sicuramente davanti a due casi:

Il vostro computer si accende, ma Windows (o qualsiasi altro sistema operativo) è danneggiato. Mai formattare in questi casi, potreste compromettere i vostri dati definitivamente, soprattutto se reinstallate il sistema operativo. Prima recuperate i dati, e solo quando li avrete salvati su un altro supporto, reinstallate il sistema operativo.

Il vostro computer non si accende, ad esempio il caso in cui la scheda madre è danneggiata. In questo caso si estrae l’hard disk e si recupera nella maniera in cui vi dirò in seguito.

recupero dati computer rotto
recupero dati computer rotto

Sappiate prima di continuare a lettere questo articolo, che qualsiasi azione intrapresa dopo la lettura di questo, è sotto la vostra completa responsabilità. Il recupero dati è un’operazione delicata che deve essere compiuta da mani esperte, quindi se non sapete ciò che fate, non lo fate 🙂 . Questo perché, seppur le operazioni che descriverò sono semplici, se fatte erroneamente, possono comportare la perdita definitiva dei vostri importanti dati.

Ma adesso continuiamo con l’articolo analizziamo caso per caso:

Recupero dati da computer rotto: Windows non parte

Questo è il caso più semplice per recuperare dati. Il nostro obiettivo è visionare il contenuto dell’hard disk senza avviare il sistema operativo che come detto prima è danneggiato. A tal proposito esistono delle versioni modificate di Windows e Linux chiamate versioni Live. Versioni live significa che non sono installate nell’hard disk ma che sono avviabili dal cd e sono progettate apposta per risolvere problemi tecnici sul computer.

Una versione famosa è la Hiren’s Boot Cd. Questa ha una serie di tool installati veramente eccezionali. Potrete recuperare dati, controllare lo stato del vostro hard disk, della ram e tanto altro. Insomma una versione fatta apposta per tecnici.

In alternativa potrete crearvi una versione live di Windows anche voi usando Bart Pe Builder, un software che vi consente di creare versioni live su un cd e avviarlo da boot nel vostro computer. Nello specifico il programma crea dei file .iso, cioè dei file immagine che potrete masterizzare, usando le apposite funzioni, in un cd vuoto. Visto che il vostro computer non si avvia potrete provare a creare il cd live da un’altro pc.

1 Passo, impostazioni dal Bios

Se volte potete anche saltare questo paragrafo, nel caso in cui il Bios del vostro computer sia già impostato nella maniera corretta.

Per avviare la fase di boot dal cd, dobbiamo settare le giuste impostazioni nel Bios, il programma che consente al sistema operativo di avviarsi. Se non siete bravi con i computer, attenti quando entrate nel Bios perché potreste modificare impostazioni indesiderate.

Per intenderci il Bios è quel programma che vedete non appena accendete il computer, il programma spunta per pochissimi secondi e poi sparisce. Se osservate, non appena avviate il computer, vedrete che il Bios stesso vi dice come accedere. Infatti, in genere in basso, viene visualizzata una scritta del tipo: press Canc, oppure press ESC, oppure ancora press F2.

Premete quindi il tasto indicato. Una volta entrati nel Bios dovrete fare in modo che nella fase di Boot, cioè nella fase di avvio, venga letto prima il Cd e poi l’hard disk. Queste impostazioni potrebbero essere non necessarie, infatti il vostro Bios potrebbe essere già impostato per leggere il Cd Live all’accensione del computer prima dell’hard disk. Infatti dovete tenere bene a mente una cosa:

se il Bios legge prima l’hard disk allora avvia prima il sistema operativo installato nell’hard disk, se legge prima il cd, avvierà ciò che è presente prima nel cd (soprattutto se è un cd di boot, ad esempio le versioni live che andremo ad utilizzare).

 2 Passo: recuperare i dati dalla vecchia partizione dell’hard disk

Avviato Windows dal cd live andate in Start, successivamente in Computer e notate quante partizioni sono disponibili. Vi troverete davanti sicuramente partizioni come C: o D: .

Una di queste dovrebbe essere la vecchia partizione in cui avevate salvati vecchi file, foto, lavori vari.. insomma tutti i vostri preziosi dati da recuperare. Bene adesso collegate un hard disk esterno al vostro pc tramite la porta USB e trasferite i vostri preziosi dati nel supporto esterno.

Recuperare dati da computer che non si accende

Per recuperare dati da un computer con si accende il discorso è meno macchinoso dal punto di vista software, ma avrete qualche operazione manuale da effettuare. Innanzitutto dovrete smontare l’hard disk dal vostro computer, poi tramite un convertitore SATA/IDE in USB potrete recuperare i dati in maniera agevole. Avendo a che fare con i computer dei miei clienti, mi sono trovato spesso a fronteggiare questo problema: recuperare file da computer che non si accendevano. Puntualmente andavo a collegare gli hard disk in una macchina (un altro modo per chiamare un computer) che tenevo a casa adibita a questo, agganciandoli come SLAVE. Questa operazione potrete farla anche voi: si tratta di collegare come SCHIAVO un hard disk insieme a quello principale, nel bus dati.

E’ un’operazione più lunga e macchinosa, che comunque sconsiglio. Il mio lavoro di recupero è cambiato quando ho scoperto il convertitore che converte i dati da interfaccia SATA/IDE (tipica degli hard disk) in USB. Io ho preso questo modello su Amazon, un prodotto che si è rivelato veramente efficiente anche con i vecchi hard disk. Riesce a gestire sia hard disk da 2,5 che da 3,5 pollici.

Le operazioni che dovrete fare in questo caso sono tre:

– Estrarre l’hard disk dal vostro computer. Per i notebook basterà aprire lo sportellino dietro per tirarlo fuori.

– Collegare l’hard disk al dispositivo convertitore che a sua volta dovrà essere collegato tramite la porta USB ad un altro computer perfettamente funzionante.

-Recuperare i dati dalla periferica a cui il dispositivo vi darà accesso, generalmente vi apparirà un’unità come E: o F: nella sezione Computer di Windows.

Bene, siamo arrivati alla fine del nostro articolo. Di certo le operazioni da compiere richiedono delicatezza e competenza, ma se seguite le mie indicazioni e vi documentate bene su internet su quello che non sapete, non dovrebbe essere difficile. E ricordate che la responsabilità sull’incolumità e “salute” dei vostri dati e solo vostra, così come tutto ciò che farete con le vostre mani. Se avete dei dubbi non esitate a chiedere nei commenti.

10 commenti su “Recupero dati computer rotto”

  1. Ciao Vitos
    grazie per le preziose informazioni, e a questo proposito ti volevo chiedere delle informazioni piu dettagliate: la mia ragazza ha due computer: un pc con sistema operativo XP che non parte e che non riesco a riparare, e ho deciso dunque di formattarlo e cercare di estrarne i dati; poi un portatile acer sempre XP (un po vecchiotto) attacato severamente da un virus di tipo: della polizia interpol etc. che non mi permette di fare assolutamente nulla e anche qui mi trovo costretto a formattarlo e recuperane i dati;
    IMPORTANTE: premetto che tutti e due gli HD non so se hanno ripartizione! la mia ragazza non si ricorda (si lo so è incredibile ma è cosi)a questo punto ti domando: è possibile fare il lavoro di trasferimento dati con il 2º sistema che accennavi sopra e cioè comprare l’adattatore su amzon, estrare gli hard disk del pc e portatile ed attaccarli al mio PC con sistema operativo W7?
    Spero nelle tua risponta urgente e positiva
    Ciao! grazie mille e Buon anno !
    Donato

    • Si, a mio parere è possibile. Almeno nel mio caso trovandomi nella tua situazione con i clienti mi è andata sempre bene. Però il mio consiglio, prima di effettuare l’acquisto, è quello di procedere nella seguente maniera visto che a quanto ho capito i tuoi pc sono funzionanti.
      Scarica una distribuzione di Linux, preferibilmente Ubuntu e falla partire nella fase di accensione dei due calcolatori. Si avvierà la versione live, cioè una versione di Ubuntu che non necessita di installazione e parte direttamente da cd. Fatto questo ti troverai davanti il sistema operativo Ubuntu. Bene, accedi all’hard disk vecchio dalla sezione apposita del sistema operativo (in questo momento non mi ricordo come si chiama, comunque è l’equivalente di Risorse del Computer di Windows). Fatto questo e avendo accesso alla tua vecchia partizione, collega un hard disk esterno al computer oppure una pen drive e quindi salva i tuoi dati.
      Nb: se inserendo il cd di Ubuntu non ti parte all’avvio, dovrai accedere al Bios e cambiare l’ordine delle periferiche che vuoi avviare prima, ad esempio:
      Primo, Lettore cd
      Secondo, Floppy disk
      Terzo, Hard disk
      In questo modo il tuo calcolatore effettuerà la fase di boot (avvio) dal lettore cd.
      Spero di essermi spiegato bene. Se hai altre domande non esitare a chiedere.
      Buon anno.

      • Ciao Vitos!
        Sei stato gentilissimo nel rispondere e anche chiarissimo, ma nel frattempo avevo giá deciso di affrontare la spesa e proprio oggi é arrivato il convertitore che ho messo subito in funzione e incredibilmente funziona! ma durante l’estrazione dati ci siamo accorti che molti dati del PC da tavola, soprattutto tutto il materiale recente dell’ultimo anno/anno emmezzo non risulta, questo mi fa pensare e la mia ragazza in parte me lo conferma(continua ad avere dei vaghi ricordi), che é stata fatta una partizione a suo tempo, ma che purtroppo non riesco a leggere.. é possibile?
        Mentre nel portatile siamo riusciti a recuperare praticamente tutto;
        Forse, come dicevi tu, con il sistema operativo ubuntu magari riesco nell’intento?
        Grazie ancora Vitos!
        Donato

  2. Ciao Donato. Il fatto che la partizione non sia visualizzabile mi lascia un po perplesso. Sicuri che non sia stata formattata o cancellata?
    Certamente ti consiglio di provare a recuperare i dati con il cd live di Ubuntu. Se ancora i dati non sono visualizzabili provate a recuperarli con un programma di recupero dati come Recuva, credo che questa sia l’ultima chance.

  3. Ciao. Ho un problemino con recupero dati da un pc(notebook acer aspire) nn sono un specialistă a esprimarmi..e quindi, si spegneva e si riacendeva da solo, penso in seguito ad una problema de wi fi, ho provato instalare la copia di backup, pero salvando gli files, la instalazione nn va a buon fine, poi mi dice que îl setup non puo completare la instalazione di windows e si riavvia, ho provato con un windows live pero nn legge gli folders, ci sono salvați pero nn li legge, e molto importajte recuperarli x que nn ho ccopie, aiutoooooo, sn un straniero, scusatemi la gtramatica

  4. Ciao ho un problema al mio pc che dopo un anno dall’ultima format adesso non si avvia piu’ in nessuna maniera f8 nessuna modalita’ provvisoria viene accettata classico schermo blu con scritte incomprensibili, poi si riavvia.
    Come posso fare?
    Grazie

    • Potresti provare a formattare, ma prima salva i dati (altrimenti li perdi) con un cd live di Ubuntu mettendoli in un disco esterno.

  5. Gentile Vitos,
    cosa puoi dirmi di più preciso a proposito della tecnica di recupero con pc in modalità SLAVE? La mia ragazza ha lo schermo del computer guasto, rimane completamente nero e lei avrebbe urgentemente bisogno di recuperare i files, ma non disponiamo di un convertitore e acquistarlo significherebbe dover aspettare troppo tempo.

    Grazie e buona giornata.

  6. Ciao Matteo,
    Sono disperata. Il mio portatile Asus con wind 8 dopo aver richiesto un riavvio con un messaggio di errore con PC accesso al riavvio in schermata nera mi ha mostrato un messaggiomessaggio
    For Atheros PCIE Ethernet Controller Check cable connection!PXE-MOF: Exiting Intel PXE ROM.

    Non ho preso nota. Ho pensato di entrare nel BIOS per cambiare l’avvio, ma dopo il PC è morto.
    Nessun messaggio, schermata nera non vedo luci HD e spegnendo con il tasto accensione sento mentre si spegne un rumorino non buono. Ho dati importanti da recuperare c’è speranza??

    • Potresti provare a recuperare i dati con un cd live (quello di Ubuntu va bene) in attesa di riparare il tuo portatile. Se il computer non si accende estrai il tuo hard disk e recupera i dati mediante il dispositivo consigliato nell’articolo.

Lascia un commento