Recuperare file da Windows protetto da password

Può capitare a tutti, quando meno ce lo aspettiamo, di danneggiare il sistema operativo e voler recuperare i dati da Windows protetto da password. Infatti mi sono spesso ritrovato nella situazione di dover recuperare i dati da computer in cui Windows si impalla o addirittura dà direttamente una schermata blu e non potervi più accedere.

In questi casi ci troviamo nella situazione di voler formattare ma non possiamo, questo perché non è consigliabile formattare senza prima aver salvato i propri dati. Potremmo trovarci esattamente in due situazioni:

– Windows era protetto da una password che avevamo impostato per proteggere i nostri dati da occhi indiscreti. Questo è il caso più complicato di recupero. Infatti pregate che i vostri dati abbiano una semplice protezione NTFS (il filesystem di Windows) e che non siano stati criptati, altrimenti sono guai seri.

-Windows non aveva alcuna protezione password. Questo è il caso più semplice di recupero dei nostri dati “quasi” persi.

Andare a recuperare dati dall’esterno significa che non accederemo al sistema operativo principale installato nell’hard disk, in questo caso Windows, anche perché nel nostro caso sarebbe impossibile accedere, in quanto danneggiato.

recupero dati linux

recupero dati windows

In questi casi la cosa migliore da fare è entrare con una versione Live di Linux, cioè una versione che non richiede installazione nell’hard disk perché già installata nel Cd Live.

Ma perché abbiamo scelto una versione live di Linux e non di Windows che comunque potremo crearci per il nostro computer avendo la rispettiva licenza con appositi programmi?

La risposta è semplice, Linux è in grado di bypassare la protezione password su Windows. Ciò significa che, salvo il caso in cui i file vengono criptati, se accediamo con Linux potremmo recuperare dati protetti password e giacenti in un particolare account utente su precedenti installazioni di Windows ormai compromesse.

Mi spiego meglio: supponete di avere Windows 7 e di avere protetto il vostro account con una password. Ogni volta che accendete il computer dovrete digitare la vostra password per continuare ad accedere nella vostra “porzione” di sistema operativo. Ma che cosa succederebbe se domani in vostro Windows subisse un crash che non vi consentirebbe più di accedere al vostro account e quindi ai vostri file?

Dovreste riformattare certamente per sistemare il vostro computer, ma questo comporterebbe la perdita dei vostri dati e file. Quindi è cosa buona prima recuperarli.

Per recuperarli dovreste accedere al pc con una versione live di Windows, recuperarli e riformattare. Ne abbiamo parlato in questo articolo. Il problema si accorgerà delle vostre cartelle protette (quelle del vostro account) e non avrete modo di poterle recuperare. Ecco che viene in aiuto Linux nelle sue versioni live che bypassa la protezione NTFS dei file.

Vi consiglio di utilizzare la versione live di Ubuntu, molto user friendly, cioè molto facile da usare.

Come sempre i miei sono consigli, nel recupero dati, tutto ciò che fate, è vostra unica responsabilità, quindi attenti.

Categoria: Recupero dati

One Response so far.

  1. Enzo ha detto:

    è capitata a me una cosa simile tempo fa , una totale tragedia

Leave a Reply