Hard disk bruciato, diagnosticare con MHDD

Hard disk bruciato? Ecco un tutorial su come diagnosticarlo tramite MHDD, una guida su MHDD e sui parametri SMART. Ecco alcune indicazioni per verificare se si ha un hard disk bruciato o se funziona bene.

 

Avviso: il seguente programma potrebbe essere molto pericoloso per i vostri dati in quanto ne potrebbe causare la perdita definitiva, quindi va usato con molta cautela! Non mi assumo alcuna responsabilità sulle informazioni derivanti da questa guida, unicamente voi siete responsabili dall’uso di questo programma! State comunque molto attenti alle funzioni ERASE e REMAP di Mhdd. Prima di avviarlo è opportuno fare un backup dei dati del vostro Hard Disk. Il programma in questione effettua un’analisi del vostro disco nel più basso livello possibile, indicandovi possibili guasti e offrendovi delle funzioni per risolverli, ma potrebbe anche danneggiare il disco o i vostri dati, per questo vi dico che la responsabilità del suo uso è unicamente vostra se decidete di usarlo.

MHDD gira sotto Dos e funziona col disco rigido impostato in modalità Master, quindi come primario. Quindi verificate bene che il jumper sia attaccato al vostro disco prima di metterlo in moto.

MHDD viene avviato con uno specifico disco di boot scaricabile, quindi all’avvio del sistema.

 

hard disk bruciato
hard disk bruciato

 

SCANSIONE HARD DISK

 

La scansione di ogni dispositivo è possibile solo se questo può essere rilevato dal tasto F2. Per la scansione utilizzate il tasto F4. Sara visualizzato un menù dove è possibile modificare alcune impostazioni. Per default, l’inizio di LBA (cioè l’indirizzo della prima cella di memoria nell’hard disk) è uguale a zero, la fine impostata al massimo valore possibile (l’ultimo settore del disco). Tutte le funzioni che possono distruggere dati (come ERASE DELAY e REMAP) sono disattivate di default. Premere di nuovo F4 per avviare la scansione del disco, ed MHDD scansionerà l’unità per blocchi.

 

Se MHDD trova degli errori nel disco rigido, hard disk bruciato?

 

Se l’unita contiene errori, la prima cosa da fare è fare un bel backup dei dati del nostro Hard Disk (se non l’avete già fatto prima di avviarlo).

Quindi eseguiamo il comando ERASE che cancella ogni singolo settore nel disco e ricalcola i campi ECC di ogni settore. Se ERASE non riesce a risolvere il vostro problema, è necessario eseguire la funzione SCAN con il REMAP attivato. Se vedete tutti i blocchi segnati con errore non cercate di cancellare o rimappare i settori, potrebbero esserci altri problemi non risolvibili da MHDD.

 

Attributi SMART in MHDD: stato di salute dell’hard disk

 

Un’altra caratteristica della quale è dotato MHDD è la funzione S.M.A.R.T o SMART. Questo è un sistema di monitoraggio dei dischi rigidi che contiene vari indicatori che consentono di rilevare dei guasti all’interno dell’hard disk. Quando un errore è anticipato da SMART e l’unità viene restituita al produttore, questo usa i dati SMART per scoprire dove si trovano i guasti ed evitare che si ripresentino nella successiva generazione di dischi rigidi.

 

ATTRIBUTI SMART (vero indicatore di hard disk bruciato)

 

Ogni produttore del disco definisce un insieme di attributi, e imposta i valori soglia che non dovrebbero essere superati sotto il normale funzionamento del dispositivo.

Ogni attributo a un valore RAW, il cui significato è conosciuto unicamente dal produttore del disco (ma spesso il valore è comprensibile perché coincide ad esempio con un’unità fisica come la temperatura in gradi Celsius o il tempo in secondi). In genere si tratta di un valore normalizzato il cui valore varia tra 1 e 253, con 1 che rappresenta il caso peggiore e 253 che rappresenta il migliore. A seconda del fabbricante, un valore di 100 o 200 sarà scelto come il valore “normale”.

Nel caso in cui volessimo visionare gli attributi SMART con MHDD, bisogna premere il tasto F8.

Nel caso di hard disk bruciato, questi valori dovrebbero essere fuori norma, o sempre nel caso di hard disk bruciato gli attributi SMART non sono visualizzabili.

 

Attributi SMART: dove intervenire in caso di guasto nell’hard disk (hard disk bruciato)

 

Il valore più importante è quello nella riga “Reallocated Sectors Count“, attributo che dice quanti sono i settori rimappati nel disco. Questo attributo normalmente dovrebbe essere zero. Se è più di 50, allora c’è un problema nell’hard disk. Ciò significa che ci potrebbe essere una cattiva alimentazione dell’energia sul disco, vibrazioni, surriscaldamento o anche che il disco è rotto.

Date un’occhiata alla temperatura dell’unità. I migliori valori sono compresi tra 20 e 40 gradi centigradi, ma qualche dispositivo può anche non riportare questa temperatura.

Ultra Ata CRC Error Rate” indica quanti errori sono accaduti durante il trasferimento dei dati attraverso il cavo IDE/SATA. Si dovrebbe avere normalmente zero qui. Se il tuo valore non è zero allora cambia il cavo immediatamente. Anche un overclocking può causare un aumento degli errori nel trasferimento dei dati.

 

Ecco un esempio di attributi SMART visualizzati con MHDD:

 

HDD: HITACHI XXXXXXX; FW: XXXXXXXX; SN: XXXXXXXX
                          Name                                             Val Worst Raw
Att #   1 :       Read error rate                          : 253  252  94
Att #   3 :       Spin up time                                : 210  208  16424
Att #   4 :       Number of spin-up times       : 240  240  27451
Att #   5 :       Reallocated sectors count    : 253  253  0
Att #   6 :       Read channel margin             : 253  253  0
Att #   7 :       Seek error rate                           : 253  252  0
Att #   8 :       Seek time performance          : 252  245  53345
Att #   9 :       Power-on time                           : 216  216  64056
Att #  10 :      Spin-up retries                           : 253  252  0
Att #  11 :      Calibration retries                    : 253  252  0
Att #  12 :      Start/stop count                       : 252  252  432
Att # 187 :    Unknown                                      :  35   46  35
Att # 189 :     Unknown                                     :  35   46  35
Att # 190 :     Unknown                                     :  35   46  35
Att # 194 :     HDA Temperature                    :  35   46  35
Att # 195 :     Hardware ECC recovered     : 253  252  712
Att # 196 :     Reallocate event count          : 253  253  0
Att # 197 :     Current pending sectors        : 253  253  0
Att # 198 :     Offline scan UNC sectors        : 253  253  0
Att # 199 :     Ultra ATA CRC Error Rate     : 199  199  0
Att # 200 :    Write error rate                         : 253  252  0
Att # 201 :    Unknown                                       : 253  172  798
Att # 202 :    Unknown                                      : 100  253  0

 

Ecco dei video che vi chiariscono meglio le idee:

 

Avvio:

 

 

 

Scansione hard disk:

 

 

Qua invece la scansione e la schermata SMART:

2 commenti su “Hard disk bruciato, diagnosticare con MHDD”

Lascia un commento