Come velocizzare notebook lento

Avevo un notebook vecchio e mi dispiaceva molto non doverlo usare a causa della sua lentezza. All’inizio avevo pensato di fargli girare programmi più leggeri come Linux, magari nelle versioni Lite, ma poi ho optato su altre soluzioni.

Avevo comunque la necessità di usare un pc per fare test e non volevo assolutamente installare macchine virtuali e roba varia sul notebook più performante che possiedo. Così ho velocizzato il notebook con una spesa di neanche 200 euro, ottenendo prestazioni eccellenti e un notebook di tutto rispetto!

Cosa ho fatto e quali sono state le modifiche che ho apportato a livello hardware?

Ecco cosa ho cambiato:

Ho potenziato la ram: aumentare la memoria di un computer equivale al 90 % dei casi a un miglioramento delle prestazioni. Questo perché i programmi rimangono caricati in memoria e non è necessario che vengano ricaricati dall’hard disk avendo più spazio sulla memoria su cui giacere come processi. In caso contrario la memoria dovrebbe essere riempita e poi svuotata più volte e questo comporterebbe di certo uno spreco di tempo e quindi di prestazioni. Il mio notebook montava una ram DDR 2 quindi ho preso due Ram Corsair qui. Prima avevo una Ram da 1GByte, che ho potenziato a 4GByte, installando due banchi di Ram da 2Gb ciascuno. Consiglio di mettere nei supporti Ram dello stesso tipo per favorire la sincronizzazione e quindi una maggiore velocità di elaborazione dati.

Aumentare la velocità del notebook aumentando la ram

Computer velocizzato con ram e hard disk nuovo

Ho cambiato l’hard disk: il mio notebook aveva un hard disk HDD normale, quello vecchio con i dischi dentro per intenderci 🙂 . Bene l’ho cambiato con un hard disk a stato solido. Dopo varie ricerche e tentennamenti sono arrivato a scegliere questo hard disk Samsung da 250 Gb. Questo hard disk mi è sembrato il migliore come rapporto qualità/prezzo ed effettivamente si è rivelato una bomba! Appena l’ho installato, ho reinstallato Windows e andava alla grande, soprattutto nella fase di caricamento in memoria dei programmi e di avvio del sistema operativo le prestazioni sono aumentate considerevolmente! Gli hard disk a stato solido sono nuovi tipi di hard disk che non hanno grande capacità, ma sono molto più veloci e solidi dei vecchi hard disk a disco magnetico. Naturalmente nel computer avevo un attacco Sata e ho installato Windows 7 che comunque gestisce al meglio questi nuovi tipi di hard disk e ne sfrutta le prestazioni al massimo.

In definitiva posso dire di essere super soddisfatto dei miei acquisti! 🙂

 

Foto qui

Leave a Reply