Backup Windows, eccone una versione lite

Nei nostri “smanettamenti” su Windows è senza dubbio essenziale effettuare un mini backup Windows di tutte le impostazioni che attualmente abbiamo. Questo perché a causa di errori nei tentativi di modificare le impostazioni di Windows può rivelarsi necessario ritornare allo stato originario e correttamente funzionante del sistema operativo.

Quello che sto per dire in questo articolo molti di voi, o forse la maggior parte, già lo sanno… Ma era necessario che lo dicessi, per proseguire con tranquillità nella descrizione degli articoli successivi. In particolare in questo articolo sul mini backup Windows o ripristino di sistema andremo a scoprire come:

  1. -Creare un punto di ripristino in Windows 7 o backup Windows mirato alle sue impostazioni
  2. -Ripristinare lo stato del sistema operativo a un punto di ripristino precedentemente settato.

Iniziamo andando su START, successivamente clicchiamo su COMPUTER col tasto destro del mouse e dopo su PROPRIETA’. Vi apparirà una finestra simile a questa:

backup windows
backup windows

Cliccate dunque su PROTEZIONE DI SISTEMA. Vi si aprirà questa schermata:

 

backup windows
backup windows

Adesso creiamo il punto di ripristino cliccando su CREA e diamogli un nome. Ecco fatto!

Vediamo invece il punto due. Cioè riportare il sistema a un precedente punto di ripristino. Cioè riportare Windows 7 alle impostazioni precedenti con quel mini backup Windows precedentemente creato.

Quindi andiamo alla schermata precedente (quella dell’immagine precedente) e clicchiamo su RIPRISTINO CONFIGURAZIONE DI SISTEMA e andando avanti giungeremo a una schermata dove è presente il nostro punto di ripristino precedentemente creato.

backup windows
backup windows

Ecco fatto. Il punto di ripristino che avevamo creato precedentemente è quello cerchiato in rosso. Dobbiamo solo premere su AVANTI.

Ma cosa viene salvato effettuando questo mini backup Windows o punto di ripristino?

Vengono salvate le impostazioni a quel dato periodo e lo stato del registro di Windows. Come dicevo prima questo è utilissimo nel caso si vogliano fare “sperimentazioni” sul pc o nel caso si voglia portare allo stato originario un computer distrutto da un virus.

Quali sono gli svantaggi di questo approccio?

  1. – Non vengono salvati i vostri file e programmi ma soltanto le impostazioni di Windows, quindi occhio che quello spiegato in questo articolo non è un vero e proprio backup!!
  2. -Il punto di ripristino creato potrebbe essere distrutto da un virus.
  3. -Il punto di ripristino creato potrebbe essere cancellato sa Windows se datato.

Come ovviare a questi problemi?

Semplicemente creando un backup Windows completo e mettendolo in un DVD. Vediamo brevemente come fare.

Vai su START e successivamente su PANNELLO DI CONTROLLO. Adesso clicca su SISTEMA E SICUREZZA e in seguito su ESEGUI BACKUP DEL COMPUTER.  Adesso seleziona CREA UN’IMMAGINE DEL SISTEMA e scegli in quale supporto salvare. Puoi salvare anche su una chiavetta USB.

Se volete un backup più personalizzato cliccate su CONFIGURA BACKUP.

Importante: dopo il backup controllate sempre che sia andato a buon fine, cioè che i vostri file siano stati salvati correttamente su supporto o dvd.

 

 

 

Immagine di copertina qui

1 commento su “Backup Windows, eccone una versione lite”

  1. Pingback: Velocizzare il computer lento a costo zero! - WeHardware.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *